LANGUAGES
 
L'arte
 

Nell’intento di adattare e replicare i metodi architettonici e decorativi tradizionali di Lindos, con la loro valenza storica, abbiamo fatto ricorso sia a maestranze locali che ad artigiani in Turchia, Siria, Italia e Marocco. L’architettura degli interni e del paesaggio รจ opera dell’artista-designer Donald H. Green: “Ispirandomi alle tipiche Dimore lindiote del 17° secolo ancora esistenti, ho basato la mia ricerca sull’uso della pietra, del legno e dei suggestivi motivi decorativi. Questo mi ha consentito di adattare quell’irripetibile miscuglio di dettagli architettonici risultati di influenze bizantine, medievali, arabe ed ottomane. Ho avuto la fortuna di poter disporre della collaborazione di pochi artigiani superstiti in grado di realizzare l’adattamento che avevo disegnato dei dettagli costruttivi tradizionali, usando legno di cedro e pietra, o di distendere i mosaici di ciottoli e in marmo. Io e Micalis inoltre, abbiamo impiegato mesi interi per dipingere a mano i soffitti di diversi ambienti. 

 

Per i bagni e le fontane del giardino, ho personalmente disegnato i pannelli in ceramica ispirati ai motivi ottomani di Iznik, mattonelle che in seguitosono state prodotte e cotte in Turchia appositamente per l’hotel da un laboratorio di ceramica. Motivi decorativi dell’artigianato turco e marocchino sono alla base dei disegni esclusivi che ho realizzato per i pezzi in ferro battuto e le lampade, e per gli intagli in madreperla delle cornici degli specchi. Stoffe e ricami tradizionali inoltre sono stati appositamente ideati e realizzati per noi.” DHG

 
Melenos Lindos

Molte suites dispongono di ampi sofa su cui e possibile sdrairarsi proprio dinnanzi a una finestra.